Archivio rassegna notizie

 

Scoperto circolo megalitico ligneo nella capitale dell'Irlanda celtica (Tara)

Tara

14 aprile 2009

fonte: Archeology

Gli studiosi hanno dissotterrato ciò che sembra essere una mastodontica versione in legno del famoso complesso di Stonehenge sul Tara Hill (monte Tara) a Country Meath, nei pressi di Dublino in Irlanda.
L’archeologo Joe Fenwick, del Dipartimento di Archeologia della National University of Ireland a Galway, ha rivelato che attraverso il LiDAR (Light Detecting and Ranging), un dispositivo che emette un raggio laser utilizzato per esaminare la superficie del terreno, è riuscito a creare una mappa tridimensionale del sito, rilevando, intorno alla collina, la presenza di più di 30 monumenti. Usando un’altra tecnica, che consiste nel vedere come ai raggi X attraverso il fianco del pendio, gli archeologi hanno scoperto un enorme monumento, circondato da un fossato che si allunga per 6 metri di larghezza e 3 metri in profondità nello strato roccioso. La fossa, che circonda il Tumulo (Mound) degli Ostaggi attraversando la tomba, separa il mondo esterno dal centro cerimoniale di Tara. Si è inoltre pensato che gli antichi architetti avessero circondato il fossato con una voluminosa struttura lignea che ne copriva ogni lato, una versione di Stonehenge su larga scala. La sua costruzione avrebbe comportato la distruzione di un’intera foresta per reperire il legno necessario. Il Tara Hill ebbe una grande importanza rituale nel VII-VI millennio, così che non sorprende l’aver ritrovato strutture della grandezza della fossa circolare, ha detto Fenwick. Le nuove tecnologie, che stiamo utilizzando, ha continuato, contribuiscono a fornirci una migliore comprensione della vita dei nostri antenati. Essi civilizzarono l’Irlanda circa 7000 anni fa, resistendo ad importanti cambiamenti climatici ed introducendo nel paese, attraverso i continui spostamenti compiuti in tutta Europa, nuove religioni ed usanze.

Leggi oltre